Home Page | Dintorni | DINTORNI 3 - Ottobre 2009 | Pagina corrente: Ribalta regionale per i giovani dell'Argentana
DINTORNI 3 - Ottobre 2009

Ribalta regionale per i giovani dell'Argentana

A tre anni dal suo centesimo compleanno la storica società granata continua ad essere uno dei punti di riferimento per l'attività calcistica non solo del territorio argentano, ma di tutta la provincia, con un vivaio di 180 atleti.



di Mauro Cavina - foto di Sergio Stignani


L’atto di nascita porta la data del 1912 ed è forse per questo motivo che le maglie color granata dell'Argentana Calcio sono nel cuore di tutti gli sportivi del nostro territorio.
Fiore all’occhiello dell’Argentana è la partecipazione da quest’anno con le squadre Giovanissimi, Allievi e Juniores al campionato regionale, vera fucina di futuri calciatori. La FIGC per aprire le porte alle squadre tiene conto di numerosi parametri: qualità tecniche, staff qualificati, impegno sociale, storia della società, anzianità, rapporti con la scuola.
Da qualche anno un nuovo gruppo dirigente ha preso in mano le sorti della società dopo che il crack Coopcostruttori ha fatto venir meno le risorse necessarie per organizzare l'attività della prima squadra e del settore giovanile.
«Nel 2003 - racconta l’attuale Vice Presidente Gian Pietro Mazzanti -  assieme ad altri amici abbiamo cercato di racimolare le risorse necessarie per far continuare l'attività. Tra mille difficoltà siamo riusciti a trovare i fondi necessari, ma i primi anni sono stati davvero difficili. Da alcuni anni, però, possiamo dire di avere raggiunto l'importante risultato della stabilità economica cercando di non sprecare le poche risorse che avevamo a disposizione per avere una società solida».
Il vivaio resta un punto di forza e di crescita: se allo stadio comunale, (dal 2007 intitolato a Lucio Mongardi), si svolge parte dell'attività della squadra di Eccellenza, nel centro sportivo di via Napoli è concentrata l'attività giovanile. «Siamo molto soddisfatti per la grande affluenza di ragazzi, il cui dato più soddisfacente per quanto riguarda il vivaio è l'incremento di atleti giovanissimi, quindi dai 6 ai 10 anni. Questo significa che l'Argentana si sta assicurando un futuro. La partecipazione al campionato regionale, a cui sono ammesse pochissime realtà della provincia di Ferrara, ha inoltre lo scopo di preparare i futuri atleti per la squadra maggiore, senza dimenticare che siamo ad Argenta e che - evidenzia  Mazzanti - l’aspetto sociale è e deve rimanere un pilastro su cui l’attività giovanile si basa. Ma per continuare la nostra attività è fondamentale l'aiuto fornito dalle istituzioni e il tessuto economico del territorio».
Oltre ai due campi di Argenta, presto la società granata utilizzerà anche il campo di Filo (dove sono in fase di ultimazione i nuovi spogliatoi).
Quale futuro prevede Mazzanti per l'Argentana? «Se riusciremo a mantenere questa capacità economica stando sempre con i piedi per terra credo che il futuro sarà roseo. Al di là, ovviamente, della categoria che riuscirà a raggiungere la prima squadra. Stiamo lavorando per formare i nostri allenatori, farli migliorare sotto l'aspetto tecnico, ma per la gestione della società è importante anche il volontariato: ci sarebbe bisogno di un numero maggiore di persone che possano darci una mano e, perché no, anche di nuovi dirigenti che abbiano voglia di impegnarsi».



 
Rapporto di Sostenibilità 2016
Rapporto di Sostenibilità 2016 Sostenibilità economica, sociale ed ambientale nei rapporti con il territorio, nell'erogazione dei servizi, nella pianificazione degli investimenti e negli impegni assunti
Distribuzione gas

Delibera ARG/com n. 146/11 e s.m.i.
Allineamento delle anagrafiche dei punti di prelievo

SOELIA SpA - Via Pietro Vianelli, 1 - 44011 Argenta (Fe)
Società con Socio Unico - Capitale Sociale € 23.145.270,00 I.V. N. Registro Imprese C.C.I.A.A. Ferrara, C.F. e P.I. 01328110380 - Credits - Privacy e cookies
Content Management - Si autorizza l'uso di parte del contenuto di questo sito, previa richiesta di autorizzazione via e-mail specificando quale utilizzo se ne intende fare.